Patente A: it’s a long way to the top!

Patente A: it’s a long way to the top!

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Pinterest
Condividi su Google+

Come è noto, la patente di guida per moto e scooter prevede varie categorie, legate alla cilindrata e ad altre caratteristiche del veicolo ma anche all’età del richiedente e alla sua esperienza di guida.

La suddivisione delle patenti di guida per scooter e moto è stata introdotta dall’Unione Europea non solo per armonizzare le normative dei 28 Paesi membri ma anche per introdurre il principio dell’introduzione graduale alla conduzione di motocicli di potenza crescente, ciò al fine di tutelare una categoria di utenti, quella del mondo due ruote, considerata a maggior rischio incidente.

La gradualità nel conseguimento di patenti che abilitano alla guida di due ruote dalle prestazioni via via maggiori, dovrebbe fare in modo che il motociclista o lo scooterista guidino veicoli dalle prestazioni adeguate al grado di esperienza.

Le intenzioni del legislatore sono dunque lodevoli ma orientarsi nel ginepraio di normative può essere complicato ed è utile provare a dare qualche indicazione per rendere il quadro più chiaro.

Si inizia con la patente AM per ciclomotori, quello che un tempo era conosciuto come “patentino”, conseguibile al compimento del quattordicesimo anno di età. Si passa poi alla patente A1, ottenibile all’età di 16 anni e con limitazione ai veicoli 125 cc. Una volta compiuti i 18 anni, si potrà conseguire la patente A2 per la guida di moto e scooter fino a 35kW di potenza. Per la patente A o A3 bisognerà infine aspettare i 24 anni o i 20 se si è già conseguita da due anni la patente categoria A2.

Anche chi possiede la sola patente automobilistica B può guidare un motociclo ma con alcune limitazioni. Vediamo nel dettaglio i requisiti per le singole patenti.

Patente AM

La differenza tra la patente AM e il vecchio “patentino” è che oggi è previsto un esame teorico e pratico. Consente la guida dei ciclomotori a due ruote rientranti nella categoria L1e, cioè veicoli con cilindrata massima di 50 cc o, se a motore elettrico, con potenza nominale continua massima di 4 kW, e con velocità massima di 45 km/h.

La validità all’estero della patente AM è subordinata al raggiungimento del sedicesimo anno di età. Per il trasporto di un passeggero, oltre all’età minima di 16 anni, è necessario che il veicolo sia omologato per questo scopo e disponga di una copertura assicurativa per trasporto di terzi.

Patente A1

La patente A1 abilita alla guida di veicoli aventi potenza massima di 11 kW (ovvero 14,96 cavalli). Bisogna inoltre fare attenzione al rapporto potenza/peso che non deve superare 0,1 kW/kg. Significa che il motociclo 125 non può pesare meno di 110 kg se eroga 11 kW di potenza. Anche la patente A1 è valida all’estero ma mentre in Italia la conversione in patente A2 avviene automaticamente dopo due anni, all’estero sarà necessario un esame pratico.

Patente A2

Conseguibile dai 18 anni, la patente A2 consente oggi la guida di motocicli di potenza non superiore a 35 kW, ovvero 47,6 cv, mentre in precedenza il limite era fissato a 25 kW. Il rapporto potenza/peso non deve superare 0,2 kW/kg: il veicolo non deve essere quindi inferiore ai 175 kg, se con potenza di 35 kW. Nel caso in cui si sia già in possesso della patente A1, la patente A2 si può ottenere con il solo esame pratico.

Patente A

Detta anche patente A3, è quella che consente l’accesso diretto alla guida di qualsiasi moto, senza limitazioni di cilindrata o di potenza. La patente A è ottenibile a 20 anni compiuti se si è già in possesso della patente A2 da almeno due anni, previo esame pratico. Qualora invece non si sia in possesso della patente A2, si può comunque ottenere la patente A ma solo al raggiungimento del ventiquattresimo anno di età.

Patente B

La normale patente B automobilistica si consegue a 18 anni e permette la conduzione in Italia dei veicoli guidabili con la patente A1 (125 fino ai 11 kW eccetera) a patto però di aver già compiuto i 21 anni d’età.

Seguire queste regole serve ad assicurare che nella vita di un motociclista o di uno scooterista, il passaggio a veicoli dalle prestazioni sempre più elevate sia accompagnato dalla contemporanea acquisizione di una maggiore esperienza di guida e dalla giusta consapevolezza a tutela della sicurezza di chi guida ma anche di tutti gli altri utenti della strada.

50, 100, 150, 200 o 300

Scooter: qual è la cilindrata giusta?

pneumatico-moto-gomme

Le gomme giuste al posto giusto

Summary
Patente A: categorie e requisiti
Article Name
Patente A: categorie e requisiti
Description
Al fine di garantire un percorso graduale verso la guida di veicoli due ruote di potenza crescente, la Unione Europea ha introdotto diversi tipi di Patente A per il conseguimento dei quali sono richiesti requisiti minimi di età o anni di esperienza alla guida di un due ruote. Vediamoli nel dettaglio.
Publisher Name
Moto Concessionaria Fiori
Publisher Logo

Potrebbero anche interessarti:

TI SERVE AIUTO PER TROVARE LA TUA MOTO?

Contattaci ora
Caricando...