I cinque scooter che hanno fatto la storia

I cinque scooter che hanno fatto la storia

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Pinterest
Condividi su Google+

Hanno affascinato una generazione, quella degli anni ’90, con i loro colori e le loro forme più disparate. E per alcuni anni sono stati il sogno di tanti ragazzi che, compiuti i fatidici 14 anni, non vedevano l’ora di possederne uno. Stiamo parlando degli scooter, diventati quasi un fenomeno di costume all’inizio degli anni novanta. Arrivando a sostituire, nell’immaginario dei più giovani, altri miti che sembravano non tramontare mai, come il Ciao, il Sì della Piaggio o l’iconica Vespa. Vediamo alcuni degli scooter diventati più famosi.

RS 50 Aprilia

E’ stata Aprilia, nel 1992, con l’RS50, ad inaugurare la strada degli scooter sportivi che si adattavano perfettamente anche allo stile cittadino. Il suo design era ispirato alle moto da corsa di quel periodo e le soluzioni tecniche, dal freno a disco anteriore all’avviamento elettrico, erano all’avanguardia. Ottenne ben presto un successo enorme, tanto che negli anni successivi fu evoluto e migliorato fino a diventare il modello di punta dell’Aprilia.

 

Scarabeo

Sempre Aprilia, nel 1993, lanciò lo Scarabeo, più elegante e maneggevole, che conquistò in breve tempo sia il pubblico maschile che quello femminile. Dotato di uno scatto notevole, si distinse per la presenza delle ruote “alte”, cioè di dimensioni classiche rispetto alle più diffuse ridotte. Ma anche per la vasta gamma di colori disponibile, compreso l’azzurro “Puffo” con finiture rosse e verde pastello che conquistò il pubblico femminile. Negli anni l’estetica si è aggiornata rimanendo sempre al passo dei tempi.

Piaggio Zip

Grande successo ottenne anche lo Zip, scooter dalle dimensioni più compatte e dalle strette ruotine da 10 prodotto dalla Piaggio. Visto l’ottimo riscontro, nel 1996 la gamma fu ampliata con lo Zip SP, mentre lo Zip Fast Rider fu completamente ridisegnato con un frontale totalmente differente rispetto alla precedente versione. Le linee erano moderne, caratterizzate da raffreddamento ad aria, forcella telescopica e due freni a tamburo.  Nel 1996 la gamma fu ampliata con l’introduzione dello Zip SP mentre lo Zip Fast Rider fu sottoposto ad un significativo restyling, presentando un frontale di disegno totalmente differente rispetto alla precedente versione.

MBK Booster

Caratterizzato da uno stile da cross, ideale per affrontare terreni accidentati o sabbiosi, l’MBK Booster della Yamaha fu inizialmente prodotto in Giappone, ma nei primi anni novanta approdò anche in Europa. Grazie alle sue doti di agilità, al suo stile e all’avantreno leggerissimo, divenne in breve tempo il più amato dai quattordicenni, tanto da essere riproposto in varie versioni, tra cui il Track, il Rocket e lo Spirit.

Gilera Typhoon

Impossibile, infine, non menzionare il Gilera Typhoon, altro scooter fuoristrada caratterizzato dal muso a squalo. Con le sue ruote a larga sezione e le sospensioni d’eccellenza, si rivelò fin da subito ideale per trascorrere il tempo libero. Divenne ben presto il cavallo di battaglia della Piaggio in risposta allo scooter MBK Booster da cui ne riprendeva le peculiarità tecniche.

Codice della Strada: le novità per i motociclisti

Manutenzione a due ruote

Due ruote a tutta sicurezza

Casco: come scegliere quello adatto?

Summary
Gli scooter che hanno fatto la storia
Article Name
Gli scooter che hanno fatto la storia
Description
Hanno affascinato una generazione, quella degli anni ’90, con i loro colori e le loro forme più disparate. E per alcuni anni sono stati il sogno di tanti ragazzi che, compiuti i fatidici 14 anni, non vedevano l’ora di possederne uno.
Author
Publisher Name
Concessionaria Fiori
Publisher Logo

TI SERVE AIUTO PER TROVARE LA TUA MOTO?

Contattaci ora
Caricando...