Consigli per una guida economica e ecologica

Consigli per una guida economica e ecologica

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Pinterest
Condividi su Google+

Con quello che costa la benzina, consumarne sempre meno è desiderio di tutti. Anche sulle due ruote è possibile risparmiare carburante con alcuni semplici accorgimenti ma, a spingerci in questa direzione, non sono solo ragioni di economia domestica. Consumare meno carburante significa anche una mobilità a minore impatto ambientale.

In questo articolo vedremo come risparmiare sul carburante e al contempo avere una guida più ecologica.

Dai una spinta quando puoi

Cominciamo dalle basi. Su alcuni tratti, soprattutto quelli in salita dove i consumi aumentano, potremmo spingere il nostro scooter o la nostra moto ottenendo anche benefici per la forma fisica.

Scherzi a parte, spingere il proprio veicolo spento su per la rampa del box auto è un piccolo sforzo in grado di farci risparmiare carburante visto che le partenze a freddo sono quelle che consumano di più, soprattutto se seguite immediatamente da una salita ripida come la rampa di un garage.

Risparmiare benzina è facile!

Tutte le case produttrici di scooter e moto dichiarano i consumi per chilometro dei propri modelli ma non bisogna dimenticare che si tratta di calcoli in condizioni ottimali e ben diverse da quelle d’uso quotidiano.

Alcuni dei fattori che incidono sui consumi sono fuori dal nostro controllo, come ad esempio la pendenza di una strada, ma su altri è possibile intervenire per una guida in grado di farci risparmiare carburante e quindi, fattore sempre più importante, impattare di meno sull’ambiente.

 

  1. Pressione delle gomme. Verificare costantemente la pressione delle gomme per assicurarsi che sia in linea con quella prevista dal costruttore è certamente un’operazione semplicissima da effettuare anche se troppo spesso trascurata. Un’adeguata pressione degli pneumatici assicura il corretto rotolamento della gomma, agevolando il lavoro del motore che non è così sottoposto a sforzi inutili e poco efficienti in termini di consumi.
  2. Manutenzione. Mantenere la propria moto o il proprio scooter in perfetta forma significa assicurarsi che il motore giri al meglio e che ogni componente meccanica faccia la sua parte in condizioni ottimali, mentre anche piccoli malfunzionamenti possono incidere parecchio sui consumi. Una delle azioni di manutenzione più semplice da effettuare è sicuramente la pulizia del filtro dell’aria che garantisce un risparmio compreso tra il 5 e il 10% sui consumi.
  3. Non usare invano la manopola del gas. Andateci piano con la manopola dell’acceleratore. Evitare la classica “sgasata” inutile e dispendiosa è un toccasana per il portafoglio. Le strade che attraversiamo per andare a lavoro non sono certo una pista ed è inutile dare continue manate di gas quando siamo fermi al semaforo o nel traffico per partire a razzo appena possibile.
  4. Mantenere il “regime medio”. In pochi sanno che il motore consuma di meno quando riusciamo a mantenerlo a medio regime mentre gli alti ma anche i bassi regimi “succhiano” parecchio carburante.
  5. Attenti al traffico. Adeguate la guida al traffico, in questo modo eviterete frenate brusche e continue ripartenze.
  6. Rispettare i limiti di velocità. Consiglio scontato, ma sappiate che rispettare i limiti di velocità non solo vi aiuterà a non perdere preziosi punti sulla patente ma anche a consumare meno benzina.
  7. Diminuire i bagagli. Non andate sempre in giro come se foste in procinto di partire per il giro del mondo. Tenere la moto equipaggiata con il kit borse laterali-bauletto anche quando non ne abbiamo bisogno aumenta il peso e riduce l’aerodinamicità del nostro veicolo incidendo negativamente sui consumi. Senza contare che essendo più ingombranti rimarremo incastrati nel traffico per più tempo.
  8. La corretta posizione di guida. La posizione di guida può influire quando si viaggia in autostrada o a velocità sostenuta. In questi casi, mantenere una posizione aerodinamica, evitando gambe e braccia larghe, aiuterà il nostro serbatoio a svuotarsi meno velocemente!
  9. La posizione del parabrezza. Anche la posizione del parabrezza può incidere sull’attrito e quindi sui consumi. Se si fa uso di un parabrezza regolabile, sarà opportuno tenerlo nella posizione più bassa possibile in inverno e smontarlo con l’arrivo della bella stagione.
  10. Benzina ad alte prestazioni. Potrebbe sembrare un costo aggiuntivo piuttosto che un risparmio ma l’utilizzo della benzina ad alte prestazioni, anche se costa un po’ di più, fa risparmiare perché favorisce la resa del motore.
  11. Sistemi di guida. Se stiamo valutando l’acquisto di un nuovo scooter o di una nuova moto dovremmo optare per un modello che dia la possibilità di scegliere il tipo di guida, sportiva o eco, dove eco, non a caso, sta per “economica” o “ecologica”.

Una guida economica è anche ecologica

Oggi le omologazioni dei motori due ruote, quelle disciplinate dalle normative Euro 4 e Euro 5, hanno tra le principali finalità quella di abbattere le emissioni dei gas di scarico che ovviamente sono collegate alla combustione di carburante.

Al diminuire dei consumi corrisponde dunque un minore impatto ambientale, ecco perché acquistare due ruote omologati Euro 4 o Euro 5 e dotati di sistemi di guida eco significa benefici sia per il portafoglio che per l’ambiente!

SCOPRI GAMMA LIBERTY

Piaggio abbatte i consumi

Prestazioni brillanti con consumi ridotti grazie ai motori 3 valvole i-get e all’iniezione elettronica di serie.

Scooter elettrici: un boom di sostenibilità!

Vespa Elettrica: il futuro della mobilità urbana

Summary
Due ruote: consigli per una guida economica e ecologica
Article Name
Due ruote: consigli per una guida economica e ecologica
Description
Come risparmiare carburante e rispettare l'ambiente in poche semplici mosse.
Publisher Name
Moto Concessionaria Fiori
Publisher Logo

TI SERVE AIUTO PER TROVARE LA TUA MOTO?

Contattaci ora
Caricando...