Dimmi con che moto vai e ti dirò chi sei

Dimmi con che moto vai e ti dirò chi sei

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Pinterest
Condividi su Google+

Un oggetto inanimato? Alcune moto sono molto più che un semplice mezzo di locomozione e alcuni scooter hanno segnato anni e momenti belli della vita. Ricordi, passioni, avventure, lavoro, forse non hanno un’anima ma di sicuro nel motore di una due ruote può starci comoda una vita. Avete mai pensato che la moto o lo scooter che amate dice molto di voi?

Lo scooterista tra lavoro e tempo libero

Versatile, scattante ma comodo, con spazio per accessori e portaoggetti. Bauletto e parabrezza ma soprattutto stabile e sicuro. Sarà probabilmente lo scooter di chi conosce a memoria la strada che sa di dover fare tutti i giorni per lavoro. A lui le due ruote servono per spostarsi rapidamente in città per lavoro e per godersi il prezioso tempo libero senza rischiare di rimanere impantanato nel traffico. Non noioso, perché altrimenti avrebbe una normale automobile, ma ordinato, probabilmente sportivo e affidabile. Attento al design.

Il “rilassato” attento all’ambiente

Elettrico, silenzioso, colorato. Probabilmente lo scooter di chi ha deciso di non farsi rubare i ritmi di vita dal lavoro e dallo stress quotidiano. Di certo sensibile al rispetto dell’ambiente, ha scelto però di non rinunciare alla propria indipendenza e alla comodità per i suoi spostamenti in città, affidandosi al futuro tutto elettrico della mobilità urbana.

Il motoviaggiatore

Passiamo alle moto! Superequipaggiata e comoda: parabrezza alto, borse laterali, bauletto centrale, borsa da serbatoio, manopole riscaldabili, connessa allo smartphone, paramani! Non c’è dubbio, se ti capita di vederla per strada, potresti aspettare e conoscere il compagno di viaggio perfetto. Vuoi sapere se ha già qualcuno con cui partire? Semplice, controlla se tra tutti quegli accessori ci sono anche le pedaline posteriori rivestite in gomma. Se non ci sono, significa che non gli servono perché viaggi ancora solo. Uno così non le avrebbe mai dimenticate!

Lo spirito libero

Ma c’è chi pensa che per viaggiare in moto non siano necessari troppi accessori e preferisce versatilità, leggerezza e una irrinunciabile sensazione di libertà. La moto rampante e trasgressiva da rocker, poco incline ad una vita regolare e fatta di schemi da non trasgredire. Il viaggio è perciò la sua dimensione naturale. Lo riconoscerete dalla moto carismatica e senza fronzoli pronta ad aggredire l’asfalto così come il suo proprietario vuole assaporare la vita.

Moto ergo sum

Poi ci sono quelli che non rinunciano a manifestare la propria personalità neanche in moto. Li riconosci dall’attenzione ai particolari e alle personalizzazioni. Portatarga senza scritte pubblicitarie, carena customizzata, persino il portachiavi è un esercizio di stile. Tutto rigorosamente come casa madre l’ha fatto, perfetta e piena di carattere, come il suo ego!

Il motoracer

E infine, l’appassionato di velocità sopra ogni cosa. Valentino è il suo Dio, il garage è il suo regno, la pista l’agognata meta di ogni momento libero. La sua moto non ha un bullone fuori posto ma ha più cavalli di un film western! Il suo garage riproduce fedelmente lo stile di un’officina meccanica: chiazze d’olio sui muri, pezzi di moto ovunque, attrezzi in ogni angolo, le pareti tappezzate dagli idoli del Moto GP. La moto è la creatura che alleva con cura religiosa. Il sabato è il giorno della corsa settimanale con gli amici su percorsi che ormai non hanno più segreti ma che continuano ad emozionarlo.

Insomma  le due ruote che guidiamo sono un po’ come la musica che ascoltiamo, ognuno ha i suoi gusti e a quei gusti corrisponde uno stile inconfondibile. Per questo la nostra moto parla di noi, perché non l’avremmo mai scelta se fosse stata una semplice questione di esigenze e perché sappiamo che quando siamo in compagnia del suo motore siamo liberi di essere noi stessi.

TI SERVE AIUTO PER TROVARE LA TUA MOTO?

Contattaci ora
Caricando...